WHO I AM


Mi chiamo Maurizio (Nicola) Decollanz. Sono nato a Bari durante una delle peggiori epidemie di colera che abbia mai colpito il capoluogo pugliese. Era il 6 giugno 1973. La mia famiglia si trasferì in collina, sulle Murge, per sfuggire al contagio. A quei promontori tra Puglia e Lucania rimango molto legato per questo e tanti altri motivi.

Milanese d’adozione, sposato, papà di due splendidi ragazzi, runner, biker, giornalista, autore televisivo, videoreporter, blogger, internauta e comunicatore 3.0. Tutti termini inflazionati, ormai, me ne rendo conto. Sono semplicemente uno come tanti, che mette la famiglia al primo posto, e tende a restare sempre curioso.

A 12 anni scrivevo già per il giornalino della scuola, "Le Api nuove". Avevo già deciso che il giornalismo sarebbe stato una delle colonne portanti della mia vita. In quegli anni scoprii, nella libreria di mio padre, Giuseppe Decollanz, "L’affaire Moro" di Leonardo Sciascia. Quella lettura mi cambiò la vita: decisi che il senso più profondo che si può dare alla propria esistenza è la ricerca della Verità, qualunque essa sia, mosso solo dalla voglia di capire e conoscere. Al rapimento e all'uccisione di Aldo Moro, infatti, ho dedicato una delle più appassionate puntate di "Rebus, questioni di conoscenza", la trasmissione che per anni ho curato e condotto su Odeon tv.


REBUS Odeon TV - YouTube

Nella mia vita professionale ho avuto modo di spostarmi per tutto lo Stivale, addentrarmi nelle piramidi egizie e esplorare antiche città maya, chiacchierare con cavalieri di Malta e dialogare con grandi scienziati. Ho capito che la Verità si presenta sotto forma di Rebus: per niente facile da comprendere, ma allo stesso tempo decisamente alla portata di tutti. Almeno in teoria.


Dopo Odeon e un piccolo passaggio in Rai, sono approdato a Class CNBC dove mi sono occupato di private banking e asset management. Ho contribuito anche all'informazione finanziaria di SkyTG24 e TG5


Dal gennaio 2017, sono il direttore della Comunicazione per IBM in Italia. Recuperando una tradizione del 1935, ho rifondato la rivista Think Magazine. Online e, una volta all'anno, su carta.

Maurizio Decollanz on Twitter: "Pensare, realizzare e raccontare l ...
by Maurizio Decollanz. Powered by Blogger.